Wired n.1

wired1Numero di esordio per la versione italiana della famosa rivista di oltre oceano.

Gli articoli più interessanti secondo me:

100 anni di futuro

intervista di Paolo Giordano al premio Nobel Rita Levi Montalcini.

Eppur si muove

un grattacelo in grado di ruotare con il sole. L’ha progettato a Firenze l’architetto David Fiscer. L’esordio è a Dubai, si replica a Mosca.

L’isola che ci spia

Echelon, l’isola che ascoltava il mondo. Come il guscio di una tartaruga, la roccia ancorata all’abisso esce dall’acqua. Ascension non è un’invenzione. Cento miglia sotto la linea dell’equatore, ideale centro dell’Atlantico, duemila chilometri a est del Brasile.

Bye bye benzina

L’elettricista Shai Agassi progettava software. Poi, un giorno ha capito che poteva salvare il mondo: con l’auto, elettrica e ricaricabile come un telefonino. Sulla sua sfida hanno già scommesso Danimarca, Israele e le Hawaii. Ed è solo l’inizio.

Copiami, stupido

Massimo Banzi ha inventato Arduino, un microprocessore che ha battezzato come il suo pub preferito. Poi ha messo il progetto in rete, invitando chiunque a usarlo. Ecco come nasce il primoo hardware open source.

Un pensiero su “Wired n.1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *